Tre scuole della provincia reggina rientrate dallo spettacolo organizzato dalla Polizia di Stato a Roma

Sono rientrati ieri sera a Gioia Tauro, Rosarno e Taurianova, euforici e gioiosi i 110 ragazzi degli Istituti scolastici Severi, Piria e Gemelli Careri che sono stati ospiti dello spettacolo musicale “C’è più sicurezza insieme… un click per te”, organizzato dalla Polizia di Stato al Gran Teatro di Roma. E’ uno spettacolo per la legalità per il quale sono arrivati nella capitale più di 3 mila studenti da tutta Italia per divertirsi, ballare, cantare ma anche ricevere qualche messaggio e consiglio sulla sicurezza perchè le regole esistono e servono a tutelarci, quindi a proteggere e non a limitare la nostra libertà. A sostenere il progetto della Polizia rivolto ai ragazzi e al loro mondo, sul palcoscenico si sono esibiti tanti artisti tra cui Dj Francesco, Paola Saluzzi, Valerio Scanu, Raoul Bova, Riccardo Scamarcio e tanti altri che hanno aderito all'iniziativa, con tre ore di canzoni, sketch comici e balletti.

Condividi sui social

Ardore: tenta di estorcere denaro al parroco, arrestato

Alle ore 22.00 di ieri 24 marzo, il personale del Commissariato di P.S. di Bovalino, al termine di complessa attività di indagine, ha tratto in arresto Tassone Agostino, nato a Torino nel 1968, residente in Ardore (RC), commerciante del luogo. Le indagini sono iniziate in seguito a una denuncia sporta dal parroco di Ardore che aveva subito ripetute minacce per la consegna di 10.000 € da parte di un ignoto interlocutore. Il sacerdote, qualche mese addietro, ingenuamente aveva accettato, via internet, “l’amicizia” di una persona la cui identità era celata da pseudonimo e si era poi ritrovato a subirne richieste di estorsioni, minacce e ricatti, sia sul telefono della parrocchia che sulla propria utenza cellulare.

Condividi sui social

Gioia Tauro: arrestato il rapinatore di una banca

E’ stato arrestato ieri a Lodi dagli uomini del Commissariato di Gioia Tauro, collaborati dalla locale Squadra Mobile, Olinto Giovanni, nato a Reggio Calabria il 7 marzo 1967, in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare in carcere del GIP presso il Tribunale di Palmi, per i reati di rapina e porto di strumenti atti ad offendere. L’Olinto è ritenuto responsabile della rapina perpetrata, il 7 dicembre 2009, ai danni della Banca Carime di Rosarno per un importo di 5.615,00 €. Quel giorno, due complici, penetrati all’interno della filiale, riuscivano a asportare il denaro custodito in una cassaforte, minacciando uno dei dipendenti bloccato per il collo sotto costrizione di un taglierino.

Condividi sui social

Reggio Calabria: la banda delle rapine ai danni di donne anziane, avviso della Questura

Negli ultimi tre mesi si sono verificate nr. 4 rapine presso abitazioni ove vivevano anziane donne sole. La tecnica è sempre la stessa, una donna bassa e robusta con una scusa si fa aprire la porta di casa ed immediatamente dopo due uomini alti circa m. 1,80 entrano nell’appartamento e, dopo aver bloccato la vittima, lo svaligiano. Il gruppo è sempre composto dai due uomini alti m. 1,80 e dalla donna bassa e robusta che in una occasione è stata descritta da una vittima come bionda. Il gruppo di malfattori potrebbero, ma non è certo, essere extracomunitari.

Condividi sui social

Reggio Calabria: un arresto per tentato furto ad un supermercato

Operazione di polizia delle “Volanti” della Questura di Reggio Calabria che ha condotto all’arresto in flagranza del reato di furto aggravato del cittadino marocchino ASRAREME Benjamin classe 1980 (nella foto), clandestino sul territorio nazionale e con numerosi precedenti di polizia per reati contro il patrimonio. Nel pomeriggio di ieri, alle ore 14.50 circa, personale della sicurezza del centro commerciale “le Ninfee” si avvedeva della presenza sospetta del giovane marocchino con il giubbotto rigonfio. Quest’ultimo passava velocemente le casse e guadagnava l’uscita di corsa tentando di far perdere le proprie tracce. Veniva inseguito dal personale della sicurezza che unitamente ai poliziotti della “volante”, giunta immediatamente sul posto, bloccavano l’extracomunitario, procedendo a perquisizione personale che consentiva di recuperare nr. 5 pezzi di formaggio parmigiano nascosti all’interno del giubbotto.

Condividi sui social

Reggio Calabria: due arresti per furto aggravato e controlli antiaccattonaggio per la protezione dei minori

Operazione di polizia delle “Volanti” della Questura di Reggio Calabria che ha condotto all’arresto in flagranza del reato di furto aggravato dei due cittadini rumeni MINCIUNA Gheorghe (nella foto) e BERBECEA Gabriel ((nella foto) entrambi classe 1986. Nella serata di ieri, intorno alle ore 19.30, su segnalazione di un Assistente della Polizia di Stato libero dal servizio del XII Reparto Mobile, la Sala Operativa della Questura di Reggio Calabria  inviava due equipaggi delle “volanti” in quanto i due cittadini rumeni si erano resi responsabili del furto di merce per circa € 200. I due arrestati, al fine di rendere inoffensivo il sistema antitaccheggio installato all’uscita delle casse, avevano inserito alcuni capi di abbigliamento ed una borsa all’interno di una busta adeguatamente preparata per evitare che l’impianto di allarme potesse scattare al passaggio di merce non registrata. Le pareti della busta, infatti, erano state artigianalmente ricoperte con della carta stagnola la quale, però, non impediva al sistema antitaccheggio di rilevare la merce rubata.

Condividi sui social

Questura di Reggio Calabria: notiziario del 19.03.2010

Ieri, nell’ambito dei servizi anticrimine predisposti dal Questore di Reggio Calabria, personale dell’UPGSP ha denunciato: 1) due nomadi B.M. classe 1977, pregiudicato e B.V. classe 1979, entrambi responsabili di resistenza a P.U.. I due, in viale Europa, accorgendosi della presenza di una volante, si sono allontanati a forte velocità a bordo di un’autovettura ma dopo un breve inseguimento sono stati raggiunti e fermati. Nel tragitto percorso dall’autovettura è stata ritrovata una pistola completa di caricatore. 2) in via Roma, M.D. classe 1989, trovato in possesso di un coltello a serramanico di genere vietato e M.G. classe 1988, pregiudicato, trovato in possesso di un coltello di grosse dimensioni con apertura a ventaglio.

Condividi sui social

I giovani di “Attendiamoci onlus” ospiti in Questura

Si è svolto con grande partecipazione ed entusiasmo dei giovani dell’associazione “Attendiamoci Onlus”, l’incontro con il Questore Casabona, nella sala conferenze Nicola Calipari della Questura. Si è trattato di un secondo appuntamento: il Questore Casabona, infatti, era stato, circa un mese fa, nella sede dell’ associazione, che, nell’ambito di un ciclo formativo, invita  i personaggi di rilievo del territorio per incontri con i ragazzi, e, in quell’occasione, aveva promesso di contraccambiare l’invito. Nell’incontro di questa sera, il Questore ha intrattenuto i suoi gentili ospiti in una lunga chiacchierata, in cui ha spaziato su argomenti diversi, alternando momenti di riflessione ed approfondimento su tematiche inerenti la legalità a momenti più scherzosi ed informali, nei quali ha raccontato delicati e divertenti aneddoti della sua esperienza professionale.

Condividi sui social

Reggio Calabria: attività congiunta Polizia – Carabinieri nel Rione Arghillà

Operazione congiunta della Polizia di Stato e dell’Arma dei Carabinieri nel Rione Arghillà nelle prime ore del mattino finalizzata al controllo del territorio ed alla repressione dei reati in genere. Nell’ambito dell’operazione sono state eseguite circa nr. 40 perquisizioni domiciliari nelle palazzine del comparto “B” e “C” di Arghillà Nord a carico di pregiudicati della zona, con l’impiego di circa nr. 200 unità delle due Forze di Polizia appartenenti alla Questura, Squadra Mobile ed U.P.G.S.P. ed alla Compagnia dei Carabinieri di Reggio Calabria.

Condividi sui social

Questura di Reggio Calabria: notiziario del 17.03.2010

Il 16 marzo, in via Torrente Malavenda di Reggio Calabria, per cause in corso di accertamento, un incendio ha danneggiato l’autovettura FIAT di proprietà di V. C. classe 1971, casalinga. Sempre il 16 marzo, in vico Ferruccio di Reggio Calabria, ignoti hanno danneggiato mediante incendio l’autovettura FORD di proprietà di T. D. classe 1944, dipendente di una cooperativa sociale.

Condividi sui social

Omicidio a Melito Porto Salvo: tempestive Polizia di Stato ed Arma dei Carabinieri

Ieri 26 gennaio 2010 verso le ore 16.00 a Melito Porto Salvo (RC) in via F. Turati ignoti malviventi tendevano un agguato ed uccidevano con due colpi di fucile (uno a pallettoni, l’altro a pallini) Stillitano Antonino, nato Melito di Porto Salvo l’11 giugno 1957, allevatore già pregiudicato (precedenti di polizia per armi e sostanze stupefacenti). La vittima era a bordo di una Fiat 600 intestata al padre; gli esecutori, probabilmente due persone, affiancavano l’autovettura parcheggiata e sparavano allo Stillitano colpendolo al torace, al braccio destro ed al fianco. Sul posto intervenivano i Carabinieri.

Condividi sui social